Grande, luminosa, vicina: così apparirà la luna piena nella notte tra il 3 e il 4 dicembre, l’unica data del 2017 in cui il nostro satellite si troverà al perigeo.

Quando ci sarà la Superluna in Italia e dove vederla

Attenzione, Luna Fredda: procurarsi entro il 3 dicembre 2017 una coperta, vestirsi in maniera molto pesante e uscire per ammirare per bene l’ultima Superluna dell’anno in corso. Chi non ci pensa minimamente a raffreddarsi, potrà seguire l’evento astronomico in streaming, come suggerito da Sky TG24. Grazie a Virtual Telescope e i suoi strumenti mobili, riprenderà il satellite mentre sorgerà sull’orizzonte di Roma e farà capolino tra i più celebri monumenti della Capitale. Questo fenomeno si verifica quando il corpo celeste raggiunge la fase di luna piena in prossimità della sua distanza minima, chiama perigeo.

Che cos’è il fenomeno della Superluna

È l’unica visibile del 2017 e lo spettacolo è assicurato. Quando inizia la cosiddetta Luna Fredda? Chi non vuole perdersi lo show celeste, sappia che s deve preparare a tenere gli occhi puntati all’insù dal pomeriggio del 3 dicembre: la Superluna sarà visibile in quanto inizierà ad avvicinarsi alla distanza minima della Terra lungo la sua orbita ellittica. La luna sarà al massimo al suo sorgere, quindi al calar del sole, oppure al tramonto del satellite, ossia all’alba. Durante il crepuscolo la luce solare residua consente di ammirare il paesaggio terrestre, mentre la Luna piena si alza o cala sull’orizzonte. Al suo sorgere, il satellite si proietta dietro palazzi ed elementi del paesaggio, generando la sensazione che il suo disco sia più̀ grande. Sarà solo un’illusione ottica, dovuta alla presenza nel campo visivo di termini di paragone. Di notte, la sua luce sarà molto intensa, quasi abbagliante, rispetto a quella molto discreta del panorama. Unico neo è che il prossimo show dei cieli, peraltro l’ultimo del 2017, non sarà paragonabile a quello del 14 novembre 2016, quando è apparsa una Superluna grande e luminosa.

I vari nomi della luna piena di dicembre

Per gli scienziati, il fenomeno della Luna Fredda o Superluna viene definito di Luna piena al perigeo: il satellite sarà distante dalla Terra poco più di 357mila chilometri contro una distanza media di circa 384mila chilometri. Quella del 3 dicembre, spiega Gianluca Masi, astrofisico e responsabile scientifico del Virtual Telescope Project, apparirà̀ circa il 7% più̀ grande e luminosa della media, anche se nessuno ci farà caso. Le variazioni saranno minime, ma aggiungeranno fascino e romanticismo al cielo notturno, un paesaggio che è molto trascurato e dimenticato per distrazione e per la illuminazione artificiale delle città che non permette la visione delle stelle e delle costellazioni. Tra il 3 e il 4 dicembre, quindi, il nostro satellite potrà essere ammirato in tutta la sua bellezza in quanto apparirà più grande e luminosa del solito, per questo il fenomeno si definisce Superluna. L’appellativo di Luna Fredda, invece, viene dato alla luna piena invernale, visto che si avvicina l’inverno astronomico con il solstizio d’inverno del 21 dicembre 2017. Le notti diventeranno più lunghe, più buie e più fredde. La luna di dicembre, secondo i nativi, è definita anche Luna Piena di Yule. Essa indica una data che segna il punto definitivo nella Ruota dell’Anno, quando, nell’emisfero boreale, si vive la notte più lunga dell’anno.